La città di Arezzo

La città di Arezzo è situata nel centro Italia, in posizione strategica, proprio nel cuore della Toscana, una delle più belle regioni d'Italia. Da Arezzo è possibile raggiungere in brevissimo tempo importanti centri storici quali Firenze, Siena e Perugia e bellissime mete turistiche come Cortona, Gubbio e la regione del chianti.

La vicina autostrada del sole A1 (a soli 5 km) e la linea Ferroviaria Roma-Milano fanno della nostra città una vera e propria meta per tutti coloro che visitando il nostro paese, cercano un punto di riferimento tranquillo ed economico

Arezzo è città d'arte e cultura.

Visitare Arezzo è semplice visto che si trova al centro dell'Italia. Con i suoi monumenti e le sue chiese offre al visitatore una miriade di opportunità.

Dai resti dell'anfiteatro romano alla fortezza medicea, dalla Chiesa di San Francesco con i famosissimi affreschi di Piero della Francesca alla Chiesa di Santa Maria delle Grazie, un santuario quattrocentesco tardo gotico con portico rinascimentale di Benedetto da Maiano, altar maggiore in marmo e terracotta smaltata (fine Quattrocento), opera inconsueta di Andrea Della Robbia che raffigura nel timpano Madonna con Bambino tra due angeli.

Nella Chiesa di San Domenico, fondata nel 1275 e terminata all'inizio del Trecento, vi è esposto il Crocifisso Ligneo di Cimabue.

Santa Maria della Pieve (la Pieve), con una torre alta 59 metri, detta anche il campanile dalle cento buche, nell'archivolto del portale principale si può ammirare il complesso scultoreo lapideo policromo del XII secolo raffigurante il Ciclo dei mesi e all'interno il polittico di Pietro Lorenzetti ed il busto reliquario di San Donato.

La Badia delle Sante Flora e Lucilla (la Badia) con la croce dipinta di Segna di Bonaventura offre al visitatore che l'altare maggiore di Giorgio Vasari e la Finta cupola di Andrea Pozzo.

La Cattedrale ovvero il Duomo, una chiesa gotica contenente il sepolcro di Papa Gregorio X, il 'Cenotafio Tarlati', l'affresco della Maddalena di Piero della Francesca e le vetrate del Marcillat.

 

Le bellezze di Arezzo

Scopri le bellezze di Arezzo.

  • Anfiteatro Romano

    Anfiteatro situato nella zona meridionale della città murata, è accessibile da via Margaritone e da via F. Crispi.
    visita virtuale
  • Fortezza Medicea

    Notevole testimonianza dell'architettura militare cinquecentesca, si eleva alla sommità della spianata del Prato.
  • La Cattedrale

    Imponente costruzione gotica, avviata sul finire del Duecento e protratta con varie interruzioni fino all'inizio del Cinquecento.
    visita virtuale
  • Palazzo dei Priori

    Chiamato anche Palazzo del Comune è stato costruito alla sommità della collina del centro storico.
  • Fraternita dei Laici

    Eretto nel Settecento (su disegno di Francesco Cerrotti) sul lato NO di Piazza Grande.
  • Piazza Grande

    Detta anche Piazza Vasari è il suggestivo scenario della Giostra del Saracino, si apre nel cuore della città medioevale.
    visita virtuale
  • San Francesco

    La basilica risale alla seconda metà del Duecento ispirata a criteri di semplicità estetica di derivazione francescana.
  • Pieve di Santa Maria

    Interamente costruita in arenaria costituisce una delle più grandi e suggestive pievi romaniche della Toscana.
    visita virtuale
  • San Domenico

    Fondata nel 1275 e terminata all'inizio del Trecento si innalza sulle pendici del colle dentro il cerchio delle mura medicee, con cui confìna.
  • Santa Maria delle Grazie

    Santuario quattrocentesco, situato alla periferia Sud della città raggiungibile attraverso il lungo rettilineo di viale Mecenate.
  • Statua di Guido Monaco

    Nel centro di Arezzo si trova la statua di uno dei suoi figli più illustri: Guido Monaco.
    visita virtuale
  • Casa del Vasari

    La Casa Vasari fu la residenza di famiglia del pittore, architetto e storico dell'arte Giorgio Vasari e conserva pregevoli sale affrescate.
  • Archivio Vasariano

    L'Archivio vasariano è una delle fonti più preziose per lo studio della Storia dell'Arte del XVI secolo.
  • Teatro Petrarca

    Il Teatro Petrarca, costruito nel 1828, è il più importante teatro di Arezzo.
  • Badia delle Sante Flora e Lucilla

    La badia delle Sante Flora e Lucilla è una chiesa di Arezzo che ospita le reliquie delle sante martiri Flora e Lucilla.
    visita virtuale
  • Palazzo della Provincia

    Il Palazzo della Provincia è un edificio situato tra via Ricasoli, 44-50 e via dell'Orto, 7 ad Arezzo.
  • Palazzo di Giustizia (nuovo)

    Il nuovo Palazzo di Giustizia di Arezzo, è un palazzo situato in Piazza Falcone e Borsellino 1, sede del tribunale di Arezzo.
  • Santi Lorentino e Pergentino

    Fu costruita nel 1363 dalla Fraternita di Santa Maria della Misericordia. La versione attuale dell'edificio risale al 1702.
  • Santissima Annunziata

    La chiesa sorse a seguito del miracolo della Madonna delle Lacrime avvenuto il 26 febbraio 1490.
    visita virtuale
  • Santa Croce

    La chiesa sorse sul luogo di un tempio pagano del II secolo a. C. ed è documentata per la prima volta nel 1081.
  • Sant'Antonio Abate a Saione

    La chiesa fu costruita verso la fine del XII secolo in una zona con molta probabilità ricca di pascoli e di greggi.
  • Santa Maria a Gradi

    Il monastero è documentato già nel 1043. Nel 1591 i Camaldolesi decisero di costruire la chiesa attuale, su disegno di Bartolomeo Ammannati
  • Cappella della Madonna del Conforto

    Dalla seconda campata della navata sinistra del Duomo, si accede alla cappella della Madonna del Conforto, rara opera in stile neogotico.
  • Museo Diocesano

    Di fronte al Duomo di Arezzo si trova il Palazzo Vescovile con all'interno il nuovo Museo Diocesano denominato "Mudas Museum".
  • Monumento al Petrarca

    Tra il duomo di Arezzo e la Fortezza medicea si trova l'enorme monumento dedicato al grande poeta aretino del Trecento Francesco Petrarca.
  • Casa del Petrarca

    Casa natale di Francesco Petrarca lì il poeta nella sua infanzia avrebbe visto nascere il Duomo di Arezzo posto a pochi metri da questa abitazione.
  • Palazzo Lodomeri Sassoli Albergotti

    Il Palazzo Pretorio di Arezzo, oggi sede della Biblioteca Comunale, è ritenuto uno degli edifici più prestigiosi della città.
  • Logge del Vasari

    Le Logge Vasari sono un buon motivo per gli appassionati di fotografia che al tempo stesso vogliono raccontare la storia di un luogo
  • Orologio della Fraternita

    Realizzato nel 500 l'ingegnoso meccanismo dell'orologio oltre l'orario indica anche le fasi lunari.
  • Madonna del Rossellino

    Bernardo Rossellino è l'autore di questa bella Madonna della Misericordia posta sopra il portone d'accesso al Palazzo della Fraternita.
  • Museo della Fraternita

    La Fraternita dei Laici è un’istituzione fondata nel 1262 e ancora oggi molto attiva sul piano di progetti d’interesse sociale.
  • Pozzo del Boccaccio

    Di fronte alla casa del Petrarca troviamo il Pozzo di Tofano, accennato nel Decamerone di Boccaccio.
  • Museo Archeologico Mecenate

    Il Museo Archeologico Nazionale Gaio Cilnio Mecenate ha sede nell’ex Convento di San Bernardo sorto sui resti dell’anfiteatro romano.
  • Museo Statale d'Arte Medievale e Moderna

    Ospita opere dei maggiori artisti aretini: Margarito, Spinello Aretino, Luca Signorelli, Giorgio Vasari.
  • Museo Fondazione I. Bruschi

    La Casa Museo Ivan Bruschi è stata definita come un “luogo delle meraviglie”, suggestivo è allestimento della preziosa ed eclettica collezione.
  • Affreschi di Piero della Francesca

    Uno dei capolavori di tutta la pittura rinascimentale: il ciclo di affreschi della Leggenda della Vera Croce di Piero della Francesca.
  • Chimera di Arezzo

    La Chimera di Arezzo è un bronzo etrusco opera di un équipe di artigiani attiva nella zona di Arezzo.
  • Statua di Ferdinando di Lorena

    In cima alla salita di Piaggia di Murello di trova il monumento marmoreo ritraente Ferdinando III di Lorena.
  • Statua di Ferdinando I°

    La statua di Ferdinando I de' Medici posta in cima alla scalinata del Duomo aretino.
  • Statua di Vittorio Fossombroni

    Scolpito dallo scultore fiorentino Pasquale Romanelli, nel 1864, il monumento a Vittorio Fossombroni domina la scalinata della chiesa di S. Francesco.
  • Busto di Giorgio Vasari

    Eseguito da A. Lazzerini il monumento a Giorgio Vasari è posto sul primo pilastro delle Logge da egli stesso progettate.
  • Statua della Minerva

    La statua, che si ritiene risalente al III secolo a.C., fu rinvenuta nel 1541 e acquistata dal granduca Cosimo I de Medici.
  • Colle Pionta - Duomo vecchio

    Il colle del Pionta è situato a ponente di Arezzo, oltre la cinta muraria della Città.
  • La Valle del Bagnoro

    La valle del Bagnoro ha restituito testimonianze archeologiche che attestano una sua frequentazione a carattere sacro rituale.
  • Sagrato di San Francesco

    restaurazione del sagrato della chiesa di S. Francesco, la Soprintendenza Archeologica, ha rinvenuto un notevole numero di reperti.
  • Piazza S. Niccolò

    Nell'inverno 1984 nel corso di lavori di risanamento di un edificio è venuta in luce una poderosa struttura muraria.
  • San Cornelio

    Castelsecco, noto anche come S.Cornelio, sorge su un colle sopra la città di Arezzo.
  • Domus Romana

    Recentemente è stata scoperta una Domus Romana durante i lavori di restauro della Fortezza.
  • Museo della fauna selvatica

    La raccolta, collocata e ospitata in un'ala del Palazzo della Provincia, è composta da circa 600 soggetti fra Uccelli e Mammiferi.
  • Chiesa della Misericordia

    La chiesa della Santissima Trinità è un luogo di culto cattolico del centro storico di Arezzo, situato lungo via Garibaldi, già via Sacra.
    visita virtuale
  • Sant'Agostino

    Nel 1257 i frati agostiniani posero la prima pietra per la costruzione della loro chiesa in Arezzo.
    visita virtuale
  • Piazza della Badia

    Nel cuore del centro medievale di Arezzo, proseguendo per Via Cavour si giunge nei pressi della caratteristica Piazza della Badia.
    visita virtuale
  • Piazza Guido Monaco

    Nel centro di Arezzo si trova la piazza con anche la statua intitolata ad uno dei suoi figli più illustri: Guido Monaco.
    visita virtuale
  • Sala Sant'Ignazio

    La chiesa di Sant'Ignazio è una chiesa di Arezzo che si trova fra via Giosuè Carducci e via della Fioraia.
    visita virtuale
  • Corso Italia

    da secoli, rappresenta la principale via cittadina, costeggiata da importanti edifici storici come il quattrocentesco Palazzo Bacci.
    visita virtuale
  • Galleria d'arte contemporanea

    Il museo trae origine dalla Galleria d'Arte Contemporanea con lo scopo di raccogliere ed esporre le opere acquisite dal Comune.

Grandi di Arezzo

Scopri tutti i grandi di Arezzo.

grandi aretini
Palazzo della Provincia di Arezza - Sala dai Grandi - Adolfo de Carolis 1874/1928 - Ritratti di Aretini Illustri

  • click per dettagli
    Gaio Cilnio Mecenate

    Gaio Cilnio Mecenate

    Il suo nome è sinonimo di colui che proteggendo artisti, letterati e intellettuali contribuisce al fiorire dell'arte: Gaio Cilinio Mecenate, nato nel 70 a.C. ad Arezzo
  • click per dettagli
    Marco Perennio

    Marco Perennio

    Considerato uno tra i più grandi vasai aretini dell'epoca antica, diresse nella sua fabbrica operai quali Cerdone, Niceforo, Filemone, Tigrane e Bargate.
  • click per dettagli
    San Lorentino e San Pergentino

    San Lorentino e San Pergentino

    Insieme al fratello Pergentino fu decapitato sotto la persecuzione cristiana ordinata dall'imperatore romano Decio nel 250
  • click per dettagli
    San Donato d'Arezzo

    San Donato d'Arezzo

    Fu il secondo vescovo di Arezzo (a quanto risulta dai dittici conservati nell'archivio capitolare della città); è venerato come santo martire dalla Chiesa cattolica.
  • click per dettagli
    Sant'Antimo

    Sant'Antimo

    Sant'Antimo era un diacono aretino, martirizzato insieme a san Donato nel 352.
  • click per dettagli
    Guido Monaco

    Guido Monaco

    Guido d'Arezzo, meglio conosciuto come Guido Monaco è nato intorno agli anni 990 e 100, a lui è dovuta la grande rivoluzione musicale
  • click per dettagli
    Ristoro d'Arezzo

    Ristoro d'Arezzo

    Fu uno scrittore cosmografo italiano del XIII secolo autore della prima opera scritta in volgare di carattere astronomico-geografico
  • click per dettagli
    Santa Margherita da Cortona

    Santa Margherita da Cortona

    Di S.Margherita da Cortona ricordiamo i colloqui mistici per i quali fu canonizzata nel 1728
  • click per dettagli
    Guglielmino degli Ubertini

    Guglielmino degli Ubertini

    Proveniva dalla nobile famiglia degli Ubertini e si assicurò seguendo la linea politica ghibellina la libertà di Arezzo fino alla battaglia di Campaldino che vide la sua morte sul campo di battaglia
  • click per dettagli
    Fra Guittone d'Arezzo

    Fra Guittone d'Arezzo

    Fra Guittone fu poeta e visse anch'egli nella seconda metà del XIII secolo. Scrisse lettere in prosa, e seguì la linea letteraria dei trovatori scrivendo in volgare
  • click per dettagli
    Margaritone d'Arezzo

    Margaritone d'Arezzo

    Margarito d'Arezzo, nato intorno al 1235, eccelse invece nell'arte della pittura di stile bizantineggiente. Troviamo le sue opere ad Arezzo come nei più importanti musei europei
  • click per dettagli
    Spinello Aretino

    Spinello Aretino

    Spinello Aretino fu tra i più grandi pittori che la nostra terra diede alla luce, lavorò in tutta la toscana, accompagnato spesso dal figlio Parri di Spinello, come nel caso degli affreschi nel Palazzo Pubblico di Siena
  • click per dettagli
    Francesco Petrarca

    Francesco Petrarca

    Uno dei padri della letteratura mondiale, con il suo "Canzoniere" è Francesco Petrarca, che vide la luce ad Arezzo nel 1304.
  • click per dettagli
    Piero della Francesca

    Piero della Francesca

    Piero della Francesca è il personaggio di maggior vanto per Arezzo e provincia. Nacque a Borgo S.Sepolcro intorno al 1420 e ha regalato alla nostra terra capolavori di estrema bellezza,
  • click per dettagli
    Michelangelo Buonarroti

    Michelangelo Buonarroti

    Un nome che non ha bisogno di commenti è quello di, Michelangelo Buonarroti. Nacque Caprese
  • click per dettagli
    Giorgio Vasari

    Giorgio Vasari

    Pittore, architetto, scrittore, uomo di corte: Giorgio Vasari è sicuramente il personaggio che meglio ha rappresentato la sua città natale
  • click per dettagli
    Pietro Aretino

    Pietro Aretino

    È conosciuto principalmente per alcuni suoi scritti dal contenuto considerato quanto mai licenzioso (almeno per l'epoca), fra cui i conosciutissimi Sonetti lussuriosi
  • click per dettagli
    Leone Leoni

    Leone Leoni

    Giorgio Vasari, nella seconda edizione delle Vite, lo indica come "Lione Aretino".
  • click per dettagli
    Benedetto Varchi

    Benedetto Varchi

    Originario di una famiglia di Montevarchi, il padre lo avrebbe voluto avviare ad un mestiere e provò a fargli frequentare come apprendista varie botteghe.
  • click per dettagli
    Andrea Cesalpino

    Andrea Cesalpino

    Andrea Cesalpino o, impropriamente, Andrea Cisalpino (Arezzo, 6 giugno 1519 – Roma, 23 febbraio 1603) è stato un botanico, medico e anatomista italiano.
  • click per dettagli
    Pietro Berrettini da Cortona

    Pietro Berrettini da Cortona

    Pietro da Cortona, nato come Pietro Berrettini (Cortona, 1º novembre 1596 – Roma, 16 maggio 1669), è stato un pittore e architetto italiano.
  • click per dettagli
    Alessandro dal Borro

    Alessandro dal Borro

    Proveniente da illustre famiglia aretina, Alessandro dal Borro studìò matematica presso l'ateneo fiorentino.
  • click per dettagli
    Francesco Redi

    Francesco Redi

    Medico, naturalista e letterato italiano. Studiò a Firenze e a Pisa e lì si laureò nel 1647 in Filosofia e Medicina.
  • click per dettagli
    Tommaso Perelli

    Tommaso Perelli

    Fu un’importante figura di scienziato tipicamente illuminista. Nacque nel 1704 alla Montanina di Bibbiena in provincia di Arezzo
  • click per dettagli
    Bernardo Tanucci

    Bernardo Tanucci

    Politico italiano; uomo di fiducia del re di Napoli Carlo di Borbone e di suo figlio Ferdinando IV.
  • click per dettagli
    Vittorio Fossombroni

    Vittorio Fossombroni

    E' stato un matematico, ingegnere, economista, politico e intellettuale italiano.
  • click per dettagli
    Pietro Benvenuti

    Pietro Benvenuti

    Fu un pittore italiano di stile accademico neoclassico, attivo tra la seconda metà del XVIII secolo e la prima metà del XIX secolo.
  • click per dettagli
    Antonio Guadagnoli

    Antonio Guadagnoli

    Figlio del poeta bernesco Pietro, studiò presso il seminario di Arezzo, per poi laurearsi in giurisprudenza nel 1821 all’Università di Pisa.
  • click per dettagli
    Tommaso Sgricci

    Tommaso Sgricci

    Improvvisava tragedie e commedie in più atti riportando trionfali successi in Italia ed all’estero.
  • click per dettagli
    Francesco Severi

    Francesco Severi

    Grande matematico Italiano membro dell'Accademia nazionale dei Lincei dal 1910 e dell'Accademia delle Scienze di Torino dal 1918.
  • click per dettagli
    Giuseppe Fanfani

    Giuseppe Fanfani

    Uno dei più celebri politici italiani del Secondo dopoguerra, fu una figura storica del partito della Democrazia Cristiana
  • click per dettagli
    Guillaume de Marcillat

    Guillaume de Marcillat

    Lavorò inizialmente a Roma (1505), dove fu tra i collaboratori di Raffaello nelle Stanze Vaticane
  • click per dettagli
    Fratelli della Robbia

    Fratelli della Robbia

    Ad Arezzo hanno lasciato la propria impronta nella chiesa di Santa Maria delle Grazie e nella Cattedrale.

Apertura Museo

Lun-Ven 10 - 19
Sab-Dom 12 - 20
Scuole 10 - 12pm
Tour Org 13 - 18

Seguici su

Chi siamo

Negli anni del suo splendore creativo Leonardo da Vinci ha soggiornato in terra di Arezzo
e qui ... un gruppo di appassionati ha riscoperto le bellezze che ci ha lasciato ..